Si gioca di nuovo in casa… a casa!

Questa settimana si stanno svolgendo a Roma gli “Internazionali BNL d’Italia”, il torneo ATP Master 1000 di tennis più prestigioso d’Italia.

Ma per la prima volta dopo circa due anni, come per il torneo ATP di Madrid, è stato riammesso il pubblico, al 25%, a partire dagli ottavi di finale.

 

Ovviamente gli organizzatori del torneo hanno fatto in modo che il pubblico rispettasse tutte le normative anti-covid19, quindi autocertificazione, distanziamento, dispositivi di protezione ecc.

Sicuramente questa è una vera e propria “boccata di normalità” per tutti dopo mesi di stories di Instagram seduti sul divano a seguire le partite dalla televisione.

 

Il torneo sulla terra rossa di Roma è sempre stato un punto di riferimento per tennisti e tifosi, italiani e stranieri, giovani e meno giovani e con questo evento si ha un buon punto di partenza per un futuro che sembra lontano ma che in realtà è possibile con la collaborazione di tutti.

 

A livello nazionale, possiamo dire di vantare molti tennisti professionisti nella classifica mondiale e molti di loro, come ogni anno, si sono iscritti al torneo.

 

 

Ora però si tirano le somme e l’unico rimasto è Lorenzo Sonego, prima di giovedì era numero 33 del mondo, che ha trionfato contro l’austriaco Dominic Thiem, quarto nella classifica mondiale.

 

La partita di Sonego è stata un’altalena di emozioni, con la vittoria nel primo set e poi l’impresa sfiorata di chiudere al tie-break del secondo, per poi rischiare di perdere essendo sotto di un break nel terzo.

Il pubblico è stato presente e si è fatto sentire, però dovendo rispettare il coprifuoco delle 22.00 è dovuto uscire, e per non disturbare i giocatori il match è stato interrotto per circa venti minuti. 

 

Si temeva che questa pausa avesse interrotto il gioco incredibile che Sonego stava conducendo, ma così non è stato e Lorenzo si è portato a casa una delle vittorie più belle ed importanti della sua carriera.

Anche quando si è trovato sotto al terzo set, non si è perso d’animo e grazie al suo spirito ed all’energia che il tuo team ed il pubblico gli hanno trasmesso, ha dato il meglio di sé.

 

Ora Sonego si prepara a sfidare il russo Andrej Rublev e noi ovviamente speriamo nell’impresa e facciamo il tifo per “il polpo” Lorenzo.

Ma comunque andrà, possiamo solo fare i complimenti a questo grandissimo ventiseienne torinese che giovedì sera ci ha donato uno spettacolo meraviglioso grazie al suo tennis!

Ti è piaciuto l'articolo? Clicca sul cuore! 1 Like
Loading...