EL CAPITAN, La più grande impresa sportiva nella storia

Introduzione

Tra le più grandi imprese dell’uomo ci sono di sicuro quelle architettoniche, come le Piramidi, quelle scientifiche come l’invenzione dell’elettricità e, infine, quelle storiche, come lo sbarco sulla luna nel ’69; ma in pochissimi hanno sentito parlare di una delle più grandi imprese sportive nella storia, e non si tratta di un rigore segnato all’ultimo secondo in finale dei Mondiali o un canestro da 3 impensabile, ma della scalata in Free Solo di una delle montagne più pericolose e ripide al mondo… El Capitan.

Free Solo

Questo termine si usa per indicare l’arrampicata solitaria senza assicurazione: l’arrampicatore rinuncia a corde, imbragatura e qualsiasi altro tipo di protezione durante la scalata e deve avere quindi una solida padronanza dei movimenti alpinistici, un altissimo grado di concentrazione, ma anche un ottimo studio del clima e del terreno poiché il cambio delle condizioni climatiche e lo scivolamento su appigli instabili possono diventare fatali. Per quest’ultimo motivo le salite vengono studiate dall’atleta diversi mesi prima, che impara a memoria il percorso da prendere, aspettando il clima adatto per scalare.

Infine il free solo non va confuso con l’arrampicata libera, dove vengono usate le protezioni solo a fini di sicurezza e non per facilitare la salita, e nemmeno con il bouldering, dove la poca altezza di arrampicata rende i rischi di molto inferiori.

Alex Honnold

Nasce a Sacramento nell’Agosto dell`85, in California, dove inizia a sviluppare la sua passione per l’arrampicata all’età di 11 anni. A 18 abbandona l’Università UC Berkeley, dove studiava ingegneria, per dedicarsi esclusivamente all’arrampicata. Oggigiorno la sua vita è molto particolare, poiché vive in un furgone spendendo meno di mille dollari al mese in cibo e beni essenziali e passa il tempo a monitorare e studiare il clima, dedicandosi anche all’arrampicata nei momenti liberi.

•VITA PRIVATA: Nel 2020 ha sposato Sanni McCandless (celebrità televisiva) e il 17 Febbraio 2022 nasce la loro prima figlia: June J. Honnold.

•PREMI VINTI: Alex Honnold ha vinto diversi premi importanti negli anni: ha stabilito il record di salita sulla via The Nose (El capitan) insieme a Tommy Caldwell di 1:58:07. In seguito ha affrontato nuovamente la salita, stavolta in solitaria, segnando un tempo di 5h:43; nel 2015 ha vinto il Piolet d’Or, considerato il massimo riconoscimento alpinistico a livello mondiale, per aver effettuato la prima traversata integrale del Fitz Roy insieme a Tommy Caldwell. Nel 2018 ha nuovamente vinto il premio per aver scalato in Free Solo El Capitan, diventando simbolo mondiale di quest’ultima tecnica.

El Capitan

E’ una montagna che si erge nel Parco Nazionale di Yosemite, California (USA). Si tratta di un monolite granitico alto 2.307 metri sul livello del mare e la sua parete verticale denominata Nose (naso) è una delle più famose sfide di alpinismo estremo al mondo. Questa via alta circa 1’000 metri comprende 70 vie d’arrampicata diverse

 

1958 – Warren Harding, Wayne Merry e George Whitmore – Prima salita

2017 – Alex Honnold – Prima salita free solo

 

Free Solo – sfida estrema (2018)

Si tratta di un Film-Documentario del 2018 dalla durata di 1h 40 diretto da Jimmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi che ripercorre la vita dello Statunitense Alex Honnold nella sua impresa più grande e storica: la scalata in free solo sulla parete di El Capitan. Il documentario attraversa tutto il periodo di preparazione e finisce con il compimento dell’impresa, nel 3 Giugno 2017.

Incassi e premiazioni

Fin da subito il film ha riscontrato un enorme successo nel pubblico e ha ricevuto recensioni positive dalla maggior parte dei critici, superando i $21 milioni di incassi mondiali (di cui 17.5 milioni solo in America).

Nel 2018 vinse il People’s Choice Award nella categoria Documentari e nel 2019 l’Oscar come miglior documentario. Inoltre venne candidato come miglior regia e montaggio.

“C’è una tensione costante nell’arrampicata, come in ogni esplorazione, tra lo spingersi verso l’ignoto e il cercare di non andare troppo oltre i propri limiti. Il massimo a cui ognuno di noi può aspirare nella vita è seguire con attenzione quella linea”

-Alex Honnold

 

 

Autore: Bittoni Simone

Crediti copertina: Prime Video

Ti è piaciuto l'articolo? Clicca sul cuore! 1 LikeLoading...