La perfezione non esiste…!

L’ossessione per un numero sulla bilancia e la paura di quel riflesso che si vede nello specchio, il rifiuto del cibo o, al contrario, le abbuffate dietro le quali spesso si nasconde una fame diversa, una fame d’amore… tutto ciò per migliaia di ragazzi e ragazze in tutto il mondo sta diventando incontrollabile, ingestibile. Le statistiche infatti parlano chiaro: ogni anno sempre più adolescenti non si sentono adeguati a certe circostanze o opportunità, perché domati da un chilo in più, da un chilo in meno.

Durante questo periodo della vita, l’adolescenza, notiamo che il corpo cambia e anche per questo il rapporto con il cibo può diventare un vero problema. Sono tante le malattie legate a questo: anoressia e bulimia sono quelle più diffuse tra i giovani, ma non sono gli unici disturbi del comportamento alimentare.

Nonostante sia un problema serio, non se ne parla abbastanza: gli scorsi anni sono stati infatti predominati da disinformazione e tabù. Purtroppo però, attorno a noi vivono persone che nascondendosi dietro ad un sorriso forzato, ad una simpatica battuta o ad una contagiosa risata, nascondono dolori e problemi legati al loro aspetto fisico.

Una persona che soffre di anoressia ha paura di ingrassare, e questo la porta mangiare sempre meno per dimagrire di più, chi invece soffre di bulimia, a seguito di abbuffate di cibo, adotta comportamenti per eliminare quanto si è mangiato.

Queste patologie riguardano soprattutto gli adolescenti che si lasciano influenzare dai giudizi altrui e dai fisici perfetti che appaiono in televisione e nei media. Il cibo diviene il peggior nemico e non è facile venire a patti tra quello che si è e quello che si vorrebbe essere.

La società infatti ci impone modelli di bellezza a cui aspirare; da più parti ci vengono mostrate modelle e attrici con corpi perfetti, magri, snelli e slanciati oppure attori che curano fino all’eccesso il proprio corpo, cercando di mettere in mostra un fisico che a volte non ha più nulla di naturale. Questi ideali di bellezza però, non corrispondono alla realtà.

E’ bello e importante prendersi cura del proprio corpo, piacersi e cercare di sentirsi bene con sé stessi. Quando però l’attenzione all’aspetto fisico diventa eccessiva, quando questo diventa l’unico argomento attorno a cui ruotano i nostri pensieri, allora c’è qualcosa che non va. L’aspetto esteriore diventa più importante della funzione del corpo e del suo benessere: qui cominciano i problemi. Di solito, dietro queste patologie, ci sono difficoltà personali e a volte familiari; per questo, di fronte alla fatica di crescere e ai cambiamenti che avvengono dentro di noi e intorno a noi può essere utile confrontarsi con i genitori, gli insegnanti, gli psicologi… insomma con qualcuno più grande. Queste persone, soprattutto i professionisti specializzati in disturbi alimentari, sono capaci di fornirci consigli che aiutino ad interrogare noi stessi e a capire che essere è più importante di apparire, che ognuno di noi assume e rispecchia un ruolo fondamentale nel mondo di oggi, e non per il fisico che ha, nè per il corpo con cui convive, ma per la sua personalità, per i suoi pregi e i suoi difetti, che lo rendono unico, diverso dagli altri, speciale.

Per fortuna oggi non mancano campagne di sensibilizzazione, proposti di legge e progetti di prevenzione che richiedono un maggior controllo, soprattutto nel mondo della moda e dello sport spesso accusati di promuovere un ideale scorretto di forma fisica e di alimentazione.

Mostriamoci al mondo per quello che siamo, e soprattutto…  ricordiamoci che LA PERFEZIONE NON ESISTE!

Ti è piaciuto l’articolo? Clicca sul cuore! 1 Like
Loading…


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

5 risposte a “La perfezione non esiste…!”

  1. Alexia Ioana Branzea
    Alexia Branzea

    Marzo è proprio il mese della rinascita, il mese in cui ricorre la Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla per la lotta ai Disturbi del Comportamento Alimentare (precisamente, il 15 marzo). Grazie per aver parlato apertamente di questo tema, purtroppo ancora dominato da troppa disinformazione benché ci siano molte persone che ne soffrono / hanno sofferto…

  2. Avatar Rita
    Rita

    L’arrtico è quasi commovente, sembra scritto da una persona adulta per la saggezza e l’esattezza scientifica che possiede. Brava Alice, secondo me il giornalismo può essere il tuo futuro.

  3. Avatar Cinzia
    Cinzia

    Spero che questo articolo arrivi dritto nel cuore e nella testa di tutti gli adolescenti come te. Sono d’accordo quando dici che è giusto curare il proprio aspetto, senza essere determinato dalle mode o dalle suggestioni collettive, ma nella consapevolezza che la nostra singolarità rende più ricco e vario il mondo è l’umanità intorno a noi

  4. Avatar Concetta
    Concetta

    Complimenti Alice per la bellezza e la forza delle tue parole. Continua sempre così …la scrittura è sicuramente la tua strada.

  5. Avatar Tiziana
    Tiziana

    Ricordiamoci sempre che ogni essere umano possiede doti uniche che non sono visibili con gli occhi e che ciascuno è chiamato a dare il proprio contributo, nella forma che più gli è congeniale, affinché realizzi la propria unicità nella collettività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.