So che non sai di non sapere… L’AIDS

Eccomi qui ragazzi, oggi vi toglierò ogni dubbio sull’AIDS senza annoiarvi e spiegando in modo semplice cos’è e come fare per combatterlo.

Cos’è l’AIDS ?

L’ AIDS è la malattia causata dal retrovirus HIV, un virus che indebolisce i globuli bianchi presenti nel nostro sangue (come tutti sappiamo, vero?!), abbassando le difese immunitarie del nostro corpo fino ad esporci completamente a malattie, funghi, virus, batteri…

Colpisce tutti: uomini, donne, etero, gay…

Come si può trasmettere e quali sono i comportamenti a rischio ?

Si può trasmettere nei seguenti tre modi:

  1. Per via ematica, cioè attraverso trasfusioni di sangue infetto, scambio di aghi…
  2. Per via sessuale, cioè tramite rapporti sessuali (anali, vaginali e orali) non protetti.
  3. Per via verticale, cioè può essere trasmessa dalla madre infetta al figlio durante la gravidanza.

Come evitarlo ?

In riferimento ai punti sopra questi sono i modi per evitare di prendere l’AIDS:

  1. Per via ematica: basta evitare di scambiarsi aghi e strumenti utilizzati per la preparazione e l’uso di droghe (ma,secondo me, in questo caso vi conviene smettere o, meglio ancora, non drogarvi proprio!)
  2. Per via sessuale: parliamoci chiaro ragazzi, l’unico modo per evitarlo è evitare i rapporti sessuali non protetti e usare sempre il preservativo (condom, il classico preservativo per lui, o femidom, anello vaginale per lei).
  3. Per via verticale: basta fare il test per capire se si è positivi o meno e a quel punto fare dei trattamenti prima, durante e dopo il parto con dei farmaci appositi evitando così di trasmettere l’infezione al bambino nella pancia della mamma.
  4. C’è un altro modo per combatterlo ed è sapere di averlo. Quindi ragazzi miei, andate a fare il test tra i 45 giorni e i 3 mesi dopo il comportamento a rischio.

Come combatterlo / sconfiggerlo ?

Innanzitutto dovete sapere che non è possibile sconfiggerlo, perchè non esiste un vaccino e non si può guarire. Ma si può combattere prendendo dei farmaci a vita.

Qual’è la differenza tra un soggetto che ha l’AIDS e un soggetto sieropositivo asintomatico?

Una volta acquisita l’infezione il soggetto che ha l’AIDS (cioè colui che è sieropositivo, quindi é risultato positivo al test e può trasmettere il virus, e presenta i sintomi e i segni di malattie infettive) deve prendere dei farmaci a vita per attenuare i sintomi ma non può guarire o smettere di trasmettere il virus.

Una volta acquisita l’infezione il soggetto sieropositivo asintomatico (cioè colui che è risultato positivo al test, quindi può trasmettere l’infezione, ma non presenta sintomi) può rimanere asintomatico a vita prendendo dei farmaci a vita, i quali potrebbero anche renderlo in grado di non poter più trasmettere il virus (dopo un bel po’ di tempo, ovviamente) ma non può guarire.

In cosa consiste il test ?

Il test è anonimo e gratuito (meglio di così!) e consiste in un prelievo di sangue che verrà esaminato in laboratorio, oppure una puntura sul dito (tipo quella che fa chi soffre di diabete). Se quest’ultimo risulta positivo sarà necessario svolgere anche un prelievo del sangue di conferma.

Infine RICORDATE: il problema non è la persona; non identificate una persona nel problema/malattia che ha e non discriminatela o escludetela per questo!

Se avete domande o volete aggiungere qualcosa scrivete nei commenti.

E mi raccomando a dove tenete il preservativo… non nel portafoglio o sul cruscotto della macchina perchè così facendo farete seccare il liquido lubrificante all’interno della confezione che serve ad evitare che il preservativo si buchi o si rovini durante l’utilizzo.

Bye bye!!!!!

La vostra (A)Mica

Micaela Minniti

Ti è piaciuto l’articolo? Clicca sul cuore! 1 Like
Loading…


Pubblicato

in

,

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.