Possono i libri di Jane Austen interessare ancora ai giovani di oggi?

La risposta è: certo che sì.

Prendiamo come esempio Orgoglio e Pregiudizio, libro che, con la sua prosa ricca di humor, offre spunti di riflessione su tematiche attuali, come la condizione della donna e il concetto di amore.

La protagonista è Elizabeth Bennet, una ragazza appartenente alla fascia più bassa dell’aristocrazia. La signora Bennet, madre di Elizabeth, è alla perenne ricerca di un buon partito per le sue cinque figlie. Quando il signor Bingley e il suo migliore amico mr Darcy, entrambi nobili e molto ricchi, si trasferiscono presso la vicina dimora di Netherfield, ella intravede la possibilità di ‘sistemare’ le sue ragazze.

La trama di Orgoglio e Pregiudizio sembra quindi concentrarsi su giovani donne in cerca di marito. In realtà Jane Austen ci racconta, con sottile ironia e arguzia, della condizione delle donne sue contemporanee, di come avessero prospettive limitate e di come il matrimonio fosse considerato più un affare che un atto d’amore.

Charlotte Lucas, migliore amica di Elizabeth, riconoscendo di essere poco attraente e non più giovanissima, vede nel matrimonio con il signor Collins, parente di Elizabeth ritenuto da questa ‘disgustoso’ e ‘orribile’ , l’unica ed ultima possibilità per provvedere a se stessa.

Una situazione del genere oggi suonerebbe assurda, triste e ingiusta. Nella nostra società una donna può non sposarsi e avere un lavoro che le consenta di vivere in modo autonomo ed indipendente. Tuttavia in alcuni paesi del mondo esistono ancora realtà dove i diritti della donna sono limitati, le ragazze non possono andare a scuola e i matrimoni sono combinati.

La Austen, andando contro gli stereotipi del tempo, descrive la sua protagonista come una ragazza piena di vita e non sottomessa. Elizabeth è intelligente, indipendente, ironica, ma non perfetta. È infatti molto orgogliosa, tende a dare troppo peso alle prime impressioni e, sebbene sia molto legata alla famiglia, le capita spesso di provare imbarazzo per via di alcuni comportamenti poco adeguati. Tutte le sue qualità, ma soprattutto i suoi difetti, la rendono un personaggio moderno con cui anche le nuove generazioni possono confrontarsi.

Dover scrivere nel soggiorno di casa (la scrittrice non possedeva infatti uno studio proprio) ha permesso a Jane Austen di poter vivere in prima persona le dinamiche familiari che descrive così bene nei suoi romanzi. Il concetto di famiglia gioca infatti un ruolo fondamentale nel racconto, basti pensare al rapporto tra mr Darcy e sua sorella e quello tra Elizabeth e sua madre, suo padre e le sorelle. Nonostante problemi, piccole tragedie e vicissitudini, l’affetto familiare rimane un elemento determinante e una fonte di forza per i protagonisti.

E’ interessante notare la differenza tra il concetto di amore romantico che emerge dal romanzo e ciò che al giorno d’oggi testi, canzoni, film definiscono come tale. Questo libro può ancora far riflettere i giovani sul significato del vero amore: un sentimento che, nel bene e nel male, riesce a condizionare intere esistenze.


Pubblicato

in

,

da

Commenti

3 risposte a “Possono i libri di Jane Austen interessare ancora ai giovani di oggi?”

  1. Avatar Marta Mirani
    Marta Mirani

    Brava Giorgia!!!!
    Complimenti per il tuo articolo è stato molto bello e interessante.
    Continua così!!!!❤💪

  2. Chiara Cardella
    Chiara Cardella

    Complimenti!!
    Articolo scritto molto bene e molto interessante! ❤❤❤

  3. Avatar Giulia
    Giulia

    Articolo molto interessante. Brava!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.