“It – capitolo 2”; L’incubo ritorna ventisette anni dopo

Sette ragazzi e una città.
Una città apparentemente normale, ma che sotto la superficie nasconde un grande mistero.
“Derry è diversa dalle altre città in cui sono stato prima d’ora. La gente muore o sparisce sei volte più della media nazionale. E parlo per gli adulti, per i bambini è peggio. Molto, molto peggio.”
Sotto la città qualcosa si è risvegliato.
Erano il “Losers Club”, ventisette anni fa, quando avevano sconfitto It per la prima volta.
Ma ora i sette ragazzi sono adulti, hanno le loro vite, hanno dimenticato.
Ma da Derry qualcosa li richiama. It non è morto. E una parte di lui è ancora viva nei membri del “Losers Club”, pronta ad ucciderli da dentro.
A meno che loro non lo uccidano prima.
Saranno abbastanza forti da vincere? Riusciranno ad affrontare le loro paure? Mentre anche i nemici di ventisette anni prima tornano contro di loro, saranno in grado di usare il passato in favore?
Chi avrà la meglio? Un gruppo di vecchi amici o il virus che da migliaia di anni abita e cresce sotto una città malata?
“It – capitolo 2” è la seconda parte del film “It” del 2017.
Tratto dal romanzo omonimo del “Re dell’Horror”, lo scrittore statunitense Stephen King, è tra i film più di successo del genere horror.
Con le sue 2 ore e 45 minuti di pellicola, è un film avvincente, in grado di regalare quasi tre ore in un altro mondo, con gli occhi incollati allo schermo.
Ricco di effetti speciali, vanta anche un cast con attori come Jessica Chastain, James McAvoy e addirittura Stephen King come guest star.
Questo film ha ricevuto molte critiche positive ed è uno dei film ad avere ottenuto più incassi nel genere horror, e ne consiglio a tutti la visione.
E ricordate di vedere questo film in compagnia, perchè “Quando sei solo come un bambino, i mostri ti vedono più debole e non ti accorgi che si avvicinano finché non è troppo tardi.”


Pubblicato

in

,

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.