Strappare lungo i bordi

Il 17 novembre 2021, sulla piattaforma streaming di Netflix, appare “Strappare lungo i bordi”, una serie animata del fumettista italiano Zerocalcare.

Ad un giorno dalla sua uscita, riesce a conquistare il secondo posto nella classifica settimanale di Netflix dei titoli più visti, per poi raggiungere la prima posizione e occuparla per vari giorni di fila. Nonostante sia uscita a pochi mesi dalla fine dell’anno, è tra le serie più viste in Italia nel 2021.

Strappare Lungo I Bordi - Stagione 1 | Seriangolo

Di cosa parla quindi?

Attraverso i ricordi di Zerocalcare, il protagonista, veniamo a conoscere la sua storia e quella dei suoi migliori amici, Sarah e Secco. Parte degli episodi è comunque ritagliata al presente, nel quale si svolge la vicenda principale della serie, che si concluderà nell’ultimo episodio.

Il titolo “Strappare lungo i bordi” deriva da una concezione che Zerocalcare ha sempre avuto, ovvero che le nostre vite debbano in qualche modo seguire un “tratteggio” stabilito, lungo il quale noi dobbiamo “strappare”. Spesso ci capita di sbagliare e, quando ciò avviene, diventa sempre più complicato tornare a “strappare lungo il tratteggio originario”. La metafora si riferisce a tutte le volte in cui la vita prende una direzione differente da quella immaginata inizialmente.

La serie è composta da 6 episodi di circa venti minuti ciascuno, per un totale di un’ora e 55 minuti, risultando quindi molto veloce da vedere. Sebbene sia così breve, è curata nei minimi dettagli, a partire dalle numerose citazioni e parodie di film, serie tv, libri e famose marche oppure dalla minuziosa attenzione posta da Zerocalcare nel disegnare realisticamente i graffiti e le locandine sui muri della città.

Essendo un lavoro autobiografico, come la maggior parte delle opere di Zerocalcare, è ambientata principalmente a Roma Est, in particolare nella zona di Rebibbia, dove Zerocalcare vive.

Strappare lungo i bordi: per Capezzone è una lagna, Zerocalcare risponde

Ma chi è Zerocalcare?

Pseudonimo di Michele Rech, Zerocalcare è uno dei fumettisti più rinomati in Italia, famoso per il suo stile inconfondibile sia nella componente grafica che nella scelta dei temi narrati.
La scelta di questo soprannome risale a una volta in cui Michele doveva decidere rapidamente un nickname per partecipare a una riunione online e si ispirò a una pubblicità di un prodotto anti-calcare che stava passando in Tv in quel momento.

Entra nella scena come fumettista al termine delle sue superiori, con un racconto a fumetti sui tragici episodi avvenuti a Genova nel 2001 durante la riunione del G8. Michele, allora diciassettenne, era infatti uno dei moltissimi manifestanti no-global, contrari alla riunione del Gruppo degli 8, ovvero i leader dei paesi più industrializzati al mondo (Stati Uniti, Giappone, Germania, Regno Unito, Francia, Italia, Canada e Russia). Nonostante la maggior parte delle manifestazioni fosse pacifica – facendo eccezione per i cosiddetti Black Block, non considerati come un vero e proprio movimento, ma più come una forma estrema di protesta – si verificarono da parte della polizia e dei carabinieri violenze e abusi di potere, la cui prima vittima fu Carlo Giuliani, un ragazzo di 23 anni. Questo tema è ricorrente nei fumetti di Zerocalcare, infatti viene citato anche nel primo episodio di “Strappare lungo i bordi”.

Il suo primo albo a fumetti è “La profezia dell’armadillo”, che pubblica nel 2011 e da cui verrà anche tratto un film due anni dopo. Il personaggio dell’armadillo è presente anche in “Strappare lungo i bordi”, e rappresenta la sua coscienza e le sue paranoie.
Altri suoi volumi famosi sono “Dodici”, il cui protagonista questa volta è proprio Secco; “Dimentica il mio nome” e “Kobane Calling”. Prima della serie Netflix “Strappare lungo i bordi”, Michele aveva già avuto esperienza nell’animare i suoi fumetti l’anno precedente, attraverso “Rebibbia Quarantine”, una raccolta di nove corti animati trasmessi in TV. Poco dopo il successo della serie Netflix, fa uscire “Niente di nuovo sul fronte di Rebibbia”, nel quale ha raccolto una serie di fumetti realizzati tra il 2019 e 2021 e che diventa dopo una sola settimana il libro più venduto in Italia.

Zerocalcare confessa di avere avuto in mente da tempo l’idea di rendere animato un suo fumetto, soprattutto per aggiungere alle sue storie una colonna sonora. Infatti, racconta che spesso mentre scrive una storia si immagina una musica adatta alla situazione che sta narrando e scrive il titolo o il testo della determinata canzone a lato. Questa modalità, tuttavia, non permette comunque al lettore di avere una piena esperienza sensoriale come vorrebbe Michele, ed è sicuramente meno accessibile al pubblico, perché leggere è spesso più impegnativo che guardare una serie tv. Per queste ragioni, dopo aver provato autonomamente, si è reso conto di aver bisogno di persone del settore per realizzare al meglio il suo progetto. Nonostante ciò, dichiara di aver controllato personalmente che l’operato fosse eseguito secondo il suo stile e per questo ha deciso di doppiare in prima persona tutti i personaggi, ad eccezione dell’armadillo, la cui voce è prestata da Valerio Mastandrea, famoso attore italiano.

Zerocalcare - Open

In definitiva, perché guardare Strappare lungo i bordi?

La ragione per cui sento di consigliare questa serie è che racconta di quotidianità, di episodi, emozioni e pensieri che molti di noi hanno vissuto o stanno vivendo. È facile ritrovarsi nei personaggi e nelle loro situazioni e sarà molto probabile sentirsi in sintonia con quello che Zerocalcare racconta. Grazie alla breve durata degli episodi e alla loro struttura narrativa immediata e coinvolgente, non si presenterà la situazione di voler mettere in pausa e fare altro; ma al contrario vi sentirete costretti a voler conoscere a tutti i costi il senso nascosto dei racconti che fa Zerocalcare nella serie. Con il suo approccio divertente e a volte ironico, riesce anche a innescare nello spettatore uno spunto di riflessione e a trasmettere qualcosa.
Infine, a coloro che si appassioneranno, consiglio anche una seconda visione perché riuscirete a notare alcuni dettagli che la prima volta non sarete riusciti a scorgere.

FONTI:
https://youtu.be/26urQf0IHlY
https://youtu.be/Ibc5A1UfBNI
https://youtu.be/t5Ak43noLAE
https://youtu.be/aZMZI_a8rMo
https://youtu.be/Y5nyv_Qu-qs
https://youtu.be/1P8GlfdjtD4
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Strappare_lungo_i_bordi
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Zerocalcare
https://www.comingsoon.it/serietv/speciali/netflix-le-migliori-serie-tv-del-2021/n116483/


Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.